29.2.12

Sappiate che prima o poi succede. Succede sempre.

Pensavo l'avessi scampata.
D'altronde per tre anni, dal suo primo vagito inconsapevole fino al suo ultimo urlo consapevolissimo, io ho avuto l'esclusiva su tutto. Sul cambio pannolini, vestizione, svestizione, alimentazione, nanne, giochi, passeggiate, inserimento al nido, feste, parchi, cure, regole, coccole. Su tutto. Quell'esclusiva voluta fortemente da lei a suon di "mammmmaaaaaaaa".
D'altronde per avere quell'esclusiva anche come totale sostituzione di qualsiasi forma di mezzo di trasporto, compresa la più naturale deambulazione, io oggi a testimonianza soffro di scoliosi, lordosi, cervicale, postura asimmetrica, asse delle spalle con pendenza a 45°, baricentro spostato a sinistra, ginocchia e piedi portati a destra, e quando cammino capite bene a che tipo di macchietta possa dare luogo.
D'altronde possiamo vantare un repertorio sconfinato di modi di dire e di fare che solo noi due possiamo capire, un codice esclusivo che farebbe invidia a qualsiasi crew che si rispetti.
D'altronde io sono la sua prima parola.

Pensavo l'avessi scampata.

Eppure l'ho visto arrivare. Da qualche giorno è qui.
Non si esce dalla porta, non si va da nessuna parte, se lui non viene.
Da qualche notte dorme girata dalla sua parte. Io, visto il fatto anomalo, pensando potesse essere un problema di orientamento, ho provato a girarla verso di me, l'ho coccolata, si è fatta coccolare, ma poi la ritrovavo puntualmente girata e avvinghiata a lui.
E ieri.
Ieri all'improvviso ha lasciato i suoi giochi, ha indossato le solite mie scarpe, le solite mie collane, mi ha chiesto "ossetto", "No, amore, il rossetto non ce l'ho. Ti metto l'ombretto?" e tutta conciata l'ha chiamato. L'ha fatto sedere, lo ha avvicinato tirandogli le orecchie e tutta innamorata, da dietro sembrava una piccola donna, gli ha dato un bacio sbrodoloso e gli ha regalato il suo primo sospiroso, sussurrato, anelante, prima di adesso mai detto, ti amo.
Ed è soprattutto la premeditazione da donna adulta che mi ha sconvolto.

E' fatta. Ci siamo. La figlia innamorata del papà.
No. Va bene. Bello. Giusto così. Naturale. Si inserisce perfettamente nel quadro della crescita. E' anche un modo per riequilibrare i ruoli all'interno del nucleo familiare.
No, va bene, è giusto così, lo so.


Ma perdonate, davvero, perdonate se oggi non posso proprio fare a meno di pensare che scoliosi, lordosi, cervicale, postura asimmetrica, asse delle spalle con pendenza a 45°, baricentro spostato a sinistra, ginocchia e piedi portati a destra e un essere macchietta che a trentanni non mi sarei augurata certo di diventare,
non sono serviti a un cazzo.

10 commenti:

  1. ..è per questo che io ho fatto prima il maschio!!

    RispondiElimina
  2. appunto, devi fare un maschio adesso.

    RispondiElimina
  3. non so perché ma ho la sensazione che farò solo femmine. lo dico sempre.
    mia madre a 65 anni quando vede un bel giovine parte ancora con il suo "aaaaahhhh, quanto mi manca il figlio maschio..."
    odioso.

    RispondiElimina
  4. be', tra venti-trent'anni, quando i miei maschi saranno tutti altrove, senza quel legame che resta tra madre e figlia, quando i nipoti saranno affidati giustamente più alla nonna materna che a quella paterna, io penserò: quanto mi manca la figlia femmina. pro e contro. quindi tu vedi di fare entrambi così stai a posto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che io sono già in paranoia per sta storia dei nipotini - e di conseguenza anche i miei bambini cresciuti..- che se ne staranno con la nonna materna e quindi non con me?? Uff. Me li spupazzo ora va', finché si lasciano spupazzare.
      m.

      Elimina
    2. mirella, tu invece potresti fare una bambina adesso. certo il rischio è che poi ti vada come è andata a me...

      Elimina
  5. sono stracerta che arriverebbe il terzo maschio e..sorry, nomi da maschio che mi piacciono esauriti, quindi mi fermo a due ;)

    RispondiElimina
  6. Le figlie femmine dai 3 ai 30 anni ti schifano, ma poi tornano.
    I figli maschi ti amano alla follia fino ai 18 anni, poi se ne vanno e non tornano più.
    Almeno le femmine, quando sei vecchia e rincoglionita, ti vengono a pulire il moccio al naso. I maschi pagano una badante Moldava.
    Femmine tutta la vita.

    RispondiElimina